C’era una volta – 3. In un battito d’ali

Tintoretto,_venere_e_vulcano_02 Ti arrivano alle spalle, quando meno te l’aspetti: sono piccoli passi leggeri, li senti frusciare sull’erba, oppure sbattere delicatamente sul selciato.
Poi è solo un attimo, un bruciore che dura pochi secondi, lo puoi sentire ovunque sul tuo corpo, ma ti squarcia il petto.
La risata argentina annuncia una presenza subdola: è davvero un bambino? È un nanetto travestito?
Le carni morbide e rosee fanno venir voglia di abbracciare e sbaciucchiare, ma appena lo avvolgi e gli accarezzi la schiena avverti l’inconfondibile sensazione di piume ruvide e le corte ali si aprono in un ventaglio bianco.2081185513_9826ec9817

William-Adolphe_Bouguereau_(1825-1905)_-_Nymphs_and_Satyr_(1873)È il terrore dei boschi, al suo passaggio le ninfe cominciano ad urlare, perché sanno cosa le aspetta: si guardano intorno per scrutare nel folto degli alberi quale satiro barbuto le avvicinerà.

È il tormento delle giovani donne: mentre riflettono sul loro incerto futuro di mogli, dividono equamente le offerte agli dèi. Afrodite, perché non le lasci zitelle, e il figlioletto adorato perché le faccia innamorare del futuro sposo, e non le punisca con un amore impossibile, di colui il quale non è loro destinato.

È la speranza delle donne mature, che inizialmente si sono accontentate, ma che poi cercano a tutti i costi di conquistare i ragazzi più giovani.

È l’argomento principale dei simposi… il suo nome riecheggia (spesso a sproposito) nei cortei diretti alle case delle amate e degli amati.

Caravaggio_sleeping_cupid 1608È la curiosità dei filosofi, che vogliono a tutti i costi definirlo e controllarlo.

Ma oggi il mondo è meno caotico e più sereno…. I satiri si dedicano alla musica, le ninfe si bagnano nelle acque fresche, nel silenzio delle radure illuminate. Giovani e meno giovani si dedicano alla casa, forse ai propri figli, forse a se stesse. I letti sono rifatti, le sale non risuonano delle voci degli invitati, i cuochi sono in pausa. Le accademie sono vuote.
Oggi il mondo sceglie di rilassarsi annoiandosi.
Il bambino si riposa… non svegliamolo…18-eros-dormiente

…vieni pure qui, ma con passo leggero non svegliare il fanciullo accarezzato da un delicato sonno.

Antologia Palatina, IX, 826

http://www.metmuseum.org/collection/the-collection-online/search/254502

Questa voce è stata pubblicata in Sirene e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.