Con ciò uno solo, benché solo, può e potrà vencere, ed al fine arà vinto, e trionfarà contro l’ignoranza generale

Per quel ragazzo della Security che ai Musei Vaticani mi ferma e mi chiede “Ma sei sicura di poter entrare con quella borsa?”. Alla mia risposta perplessa, mentre immaginavo si riferisse alle dimensioni della mia borsa di tela, lui continua e mi dice “Sei davvero sicura di poter entrare con quel personaggio?”.

Allora mi rendo conto che si riferisce all’effigie di Giordano Bruno, ricamata sulla borsa acquistata alla libreria Fahrenheit 451 di Campo dei Fiori.

Io sorrido, pronta a lanciarmi in una strenua difesa del pensiero di Bruno e della mia libertà di circolazione con la sua immagine…. e lui… prende l’IPhone e mi mostra una foto della statua in Campo dei Fiori con il primo piano del volto incappucciato..

Ci guardiamo, sorridiamo… “Io lo faccio apposta” “Anche io” … e ci salutiamo con una sensazione di setta carbonara che, per una volta, non comincia con P e di numeri ne ha INFINITI ….

De l’infinito universo et mondi

Questa voce è stata pubblicata in PAUSANIA - invito al viaggio, Sirene e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 Responses to Con ciò uno solo, benché solo, può e potrà vencere, ed al fine arà vinto, e trionfarà contro l’ignoranza generale

  1. francesca scrive:

    Certo che lo fai apposta… te lo sei portato dietro anche nei tuoi colloqui nelle scuole private!!!

  2. Stefania scrive:

    il mare è fatto di gocce…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *